homebiografianovitàmostrearte graficapoesia
libri pubblicatifotoguestcontatti links
 
 
 
   



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Maggiori informazioni qui

 

ALI

Poesia Musica Immagini

di Luisa Gavazza e Max Santiglia

un percorso.. uno dei tanti. per poter intuire un meccanismo di protezione fortissimo che si innesca nell'uomo. la paura genera meccanismi di fuga che a volte hanno l'esatto effetto contrario. la totale chiusura.
le ali partono dalla prima pulsione che dovremmo avere senza chiusure, restrizioni o interpretazioni.
la natura
dalla quale ci siamo separati dimenticando di appartenervi. istinti. l'assenza delle regole imposte dalla societa' e utilizzo dei sensi. la natura, la nostra madre reale, che ignoriamo per poi pagare sempre le conseguenze che spesso sono pesanti. la nostra casa ancora prima delle case. un tutto di cui siamo non solo un granello in un deserto. ma il granello più propenso a generare un cancro. il granello più ingrato e pericoloso che da solo distrugge la vita di tanti granelli e... potrebbe distruggere la vita della madre stessa. è sconfortante pensare che lo farebbe senza neanche rendersi conto che lui sarebbe il primo a subire questa catastrofe…
la natura ci aveva già dato tutto. e noi ci imponiamo di dimenticarlo. Conflitto.
il conflitto genera un’idea che genera un effetto crisalide
crisalide
Un’idea. che parte dal centro. il centro che è...

Leggi tutto


 

Maggiori informazioni qui

 

CRISALIDE

Poesia Musica e Immagini

di Luisa Gavazza e Max Santiglia

"Un’idea. che parte dal centro. Il centro che è casa ma non solo. che è sicurezza ma non solo. vuole essere il conforto della sicurezza, ma questa sicurezza diventa un limite e la casa diventa limite, un posto che sarà inevitabilmente stretto.
La crisalide è uno stadio di non sviluppo che garantisce la sopravvivenza, ma protetta da un velo non permeabile dove non passa neanche l'aria. E in questo stato ci si può passare una vita.
La paura e l'insicurezza alimentano lo stadio di sonno vigile della crisalide protetta e inattaccabile. La paura gestisce la sua non vita.
Religione, morale e educazione sono gli strumenti più efficaci perché...strumenti. Il controllo è la massima espressione di insicurezza dell'uomo che tende non a formare individui ma crisalidi. Piccoli mondi facilmente gestibili con un televisore, un quotidiano e una messa. Piccoli mondi collegati ad un grande sistema e coccolati con piccole carezze e grandi paure.
La mamma osserva le sue creature sapendo in ogni istante dove sono, cosa fanno e come pensano.
Non ci sono collegamenti tra crisalidi se non quelli permessi.
La famiglia, le istituzioni e il divino sono concessioni dove le strutture sono immutabili e incontestabili. Non è concesso avere idee alternative perché fuori dal controllo e fuori dalla struttura quindi non gestibili.
Il reato è semplicemente avere un'idea diversa e le crisalidi sono indottrinate a criticare chi anche se per poco formula un’idea di volo, chi da solo costruisce un’idea diversa, un concetto nuovo e ribelle: uscire dalla protezione.
Le crisalidi agiscono con sicurezza sul far cadere in fretta quel volo perché... sarebbe un messaggio troppo forte per tutta la struttura che stanno vivendo: si può volare....crollerebbe la protezione, il controllo, la sicurezza e la pace.
Chi rompe il guscio della crisalide deve rompere il guscio di un sistema, di un controllo affinato attraverso i secoli.
Chi si affaccia alla vita deve poter avere la forza di distruggere tutto questo e non sempre è possibile... solo la forza e alto stato di percezione del volo può essere un alleato. solo la forza e una volontà di rottura con tutte quelle regole di controllo. solo la forza di non vedere tutto come un attacco ma semplicemente come una conseguenza di quello che è l'istinto più forte dell'uomo: la paura.

il mio augurio è per quelle persone che riconoscono la crisalide, la accettano e piano piano...la distruggono"

Max Santiglia

(Dalla prefazione)

CRISALIDE
di LUISA GAVAZZA e MAX SANTIGLIA
Edizioni Jeko Editor -

Prezzo di copertina € 10,00

"Crisalide" può essere ordinato direttamente: clicca qui per richiedere la tua copia


 


 


 

PENSIERI IN ASCOLTO

"...Forse poesia è qualcosa che tutti vedono, provano, sentono ma che nessuno, tranne il poeta, ha mai pensato di scrivere. Scrivere, ecco. Scrivere, non raccontare. Descrivere, forse. Scrivere. Comunicare a parole, in qualche modo, parole. Poesia è parola, questo si, come scultura è volume, materia, come pittura è colore, tela, pennello, come musica è suono, ritmo, armonia, melodia. Poesia è parola... Parola è fermare le cose che vagano, catturarle come sciame di moscerini con una finissima reticella e osservarle una per una, allineate sulla carta, con la lente d'ingrandimento. Ma allora poesia è catalogo..Ma allora poeta è un uomo curvo a lucidare monetine, poetessa è una donna che seziona, con lame affilate, pinzette e spilli, nel cono di luce di una lampada da tavolo, nella penombra di un tinello. Ma allora poesia è un cassettino dove riporre fiammiferi, perline colorate, viti, chiodini, bottoni, birille, per poterli trovare, magari anni dopo, quando servono, o quando non servono più...
Poesia è collezione di parole. Parole scritte a fianco a fianco, in righe brevi, comodamente adagiate sulla pagina, nel confortevole biancore d'ampi margini... Parole che non raccontano, che non descrivono, che nemmeno parlano, che dicono, semplicemente, dicono, e talvolta non dicono. Ecco. Poesia è scrivere, leggere, parole che dicono e talvolta non dicono..."

Bruno Burdizzo
(Dalla prefazione)

Poesie tratte dal libro

PENSIERI IN ASCOLTO
di LUISA GAVAZZA
Tipolito Melli

Prezzo di copertina € 10,00

"Pensieri in ascolto" può essere ordinato direttamente all'Autrice: clicca qui per richiedere la tua copia

 


RALLENTA IL PASSO

“...Le poesie raccolte in questo libro hanno intorno un mondo di intuizioni ...che sono uno sguardo di donna sulle cose. Uno sguardo di donna sulle cose che si vedono e su quelle che non si vedono. Sulle cose piccole e su quelle grandi....
......Alcune poesie sono paesaggi. Notti, lune, cieli, prati, sole, l'inverno, le nuvole, il mare, le onde, l'estate, tramonti, montagne. Paesaggi di parole. Altre poesie sono sentimenti. E qui la cosa si fa più complicata. Desiderio, amore, amicizia, paura, gioia, tristezza, odio, dubbio, nostalgia, violenza, tenerezza, piacere, dolore, pianto, solitudine, sorriso, sorriso, sorriso. Per fortuna c'è sempre un sorriso. E uno sguardo di donna sulle piccole cose. Come su quelle grandi.
Paesaggi e sentimenti sono la poesia di Luisa. Talvolta intercambiabili. L'interno e l'esterno, l'esterno che riflette l'interno, l'interno che si specchia all'esterno. Paesaggi e sentimenti. Il dentro e il fuori.
Poi c'è la musica. Musica è una parola che è rimasta fuori dal catalogo e allora la metto qui, da parte, perché c'è. La musica talvolta si affaccia qua e là tra i versi. Corde vibranti, pelli di tamburo, legno risonante, metallo tintinnante, corpi che danzano. Musica che riempie, che appassiona, sempre fisica, sempre sforzo, sudore, anima, mai lontana, mai sottofondo. Musica è una parola che è rimasta fuori dal catalogo e allora la metto qui, da parte, perché c'è....”

Bruno Burdizzo
(Dalla prefazione)

Poesie tratte dal libro

RALLENTA IL PASSO
di LUISA GAVAZZA
Parole Sparse Edizioni
Collana “Parole Poetiche”
ISBN 978-88-95981-05-5

Prezzo di copertina € 10,00

"Rallenta il passo" si può ordinare alla Casa Editrice scrivendo a info@parolesparse.it
oppure presso qualsiasi libreria.
Presso le Librerie Amiche è disponibile o ordinabile in tempi brevissimi.

 

clicca sulla copertina per ingrandirla


clicca sulla copertina per ingrandirla

 

RISATE IN PILLOLE

Sono farmacista ed ho lavorato 27 anni in farmacia.
Oltre all’esperienza umana e lavorativa che questa professione mi ha permesso di sperimentare, ho anche vissuto momenti divertenti e, a volte, imbarazzanti, che ho sempre annotato su un quaderno:le frasi strampalate, le parole storpiate, le convinzioni errate spesso trasformavano i clienti in veri e propri comici….
Non ho mai voluto pubblicare un libro a fini utilitaristici in quanto non mi sarebbe sembrato corretto nei confronti di quelle persone che, per ignoranza o distrazione, avevano pronunciato frasi tanto esilaranti….
Ora, però, ho deciso di farlo perché questa iniziativa mi permette di aiutare un’associazione che si occupa di persone con problemi di salute: l'intero ricavato andrà all'APISTOM. (Associazione Piemontese Incontinenti Stomizzati )

Un piccolo assaggio...

RISATE IN PILLOLE
di LUISA GAVAZZA

"Risate in pillole " può essere ordinato direttamente all'Autrice: clicca qui per richiedere la tua copia

 

Parlano di questo libro:

Chieri.it

Vivobenedonna




 

 

 

 
by Farmalem | Copyright © 2009 Farmalem | All Rights reserved | Powered by